Miloš Crnjanski in Friuli Venezia Giulia

Sapevo che lontano davanti a me, in modo folle e abietto, morivano i reggimenti bosniaci, scendendo verso la città di Udine. Miloš Crnjanski

 

“Il Friuli è la regione in cui Crnjanski, soldato di un impero agonizzante, era di stanza nella primavera dell’ultimo anno della Grande Guerra (…) San Vito al Tagliamento dove l’autore aveva scritto Racconto (…) Udine dove in una libreria militare Crnjanski trovò una traduzione tedesca di Novembre di Flaubert che avrebbe avuto un’influenza decisiva sui temi e sullo stile del suo Diario di Čarnojević. (…) Nespoledo, là nel cimitero Crnjanski lesse Novembre. Due anni più tardi, nella prefazione della prima edizione serba, avrebbe scritto che in quel breve romanzo veniva alla luce un nuovo individuo. Tutto il mondo è suo. In lui passato e lontananza scompaiono. Anche ciò che era accaduto secoli prima gli appartiene. Il suo dolore è legato a tutte le sofferenze del mondo”. Božidar Stanišić  (Tratto da Lamento per Belgrado)

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...