E solo qui a Siena

“E solo qui, a Siena, pensai che della sua mansuetudine e della mia tristezza, passata, posso creare una espressione nuova e solenne del mio paese, come da tempo non ci fu, il fruscio e la polvere della scrittura, e la certezza delle possibilità torbide con la terra nostra e con la morte. Non mi obbligano le vecchie forme e gli scrupoli, le foreste azzurre serbe s’intravedono appena. Polvere e acqua, aria e luce formano il paese dove vivo. Me stesso accosterò alla primavera, appoggerò le spalle a Srem fatto di amarene e di ciliege e, invisibilmente, nè lodato nè deriso, col mio corpo, esausto, congiungerò fango ed erbe, colline e nuvole, e soffierò dopo come si soffia su una foglia d’autunno. Il mondo è leggero, io un popolo voglio creare. L’aria mi circonda dappertutto”.

M. Crnjanski, Ljubav u Toskani, In Putopisi, Prosveta, Matica srpska, Mladost, svjetlost, Belgrado 1966, 128.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...